CATALOGO
AUTORI
A B C D E F G H I J k L M N O P R S T U V W Z
NEWSLETTER
Email:
INVIA ANNULLA
AUTORI
Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige, Ripartizione Lavoro
Provincia Autonoma di Bolzano Alto Adige, Ripartizione Lavoro
Helga Moser Rabenstein
Helga Moser Rabenstein
Ferdinando Raffaelli
Ferdinando Raffaelli
nato a Bolzano nel 1954. Per favorire lo sviluppo di una cultura della solidarietà Ferdinando Raffaelli, insieme a Luciano Casagrande, è da alcuni anni animatore di cerchi narrativi a Bolzano, cioè di una pratica della narrazione di sé e di ascolto della narrazione altrui. La sua attività, che è rivolta in primo luogo alle fasce di disagio ma non solo, promuove la costruzione di brevi azioni teatrali e l’esplorazione di arti essenziali come la danza, il canto, il gioco e la narrazione di sé. Presso Edizioni alpha beta Verlag: Nottetempo, 2009
Caterina Ramundo
Caterina Ramundo
Ljubica Rapo
Ljubica Rapo
Diplom-Pädagogin, 1961 in Subotic (CRO) geboren. Interkulturelle Mediatorin an Kindergärten, Grund- Mittel- und Oberschulen in Südtirol und Mitarbeiterin bei der Beratungsstelle um deutschen Schulamt „Interkulturelles Lernen – Eingliederung von Schülerinnen und Schülern mit Migrationshintergrund.“ Mitarbeit an mehreren Publikationen in diesem Bereich.
Predrag Rapo
Predrag Rapo
1959 in Kroatien geboren, Betriebsingenieur und Industriepädagoge. Er arbeitet als Interkultureller Mediator an deutschen Schulen.
Harry Reich
Harry Reich

nato nel 1953 a Cermes presso Merano. Pittore autodidatta, fotografo nei social network, operatore culturale. Ha dato vita al mercatino delle pulci di Marano e, a partire dal 1993, a numerosissimi festival e altre iniziative culturali in città, tra cui La Notte, Percorrendo i Tem­pi, Pellegrinaggio dei Sogni, Sum­mervisions – Scapigliatorre, Photo­nights, la rivista vissidarte e altri.

Astrid Reich
Astrid Reich
Studium der Germanistik, Romanistik und Hispanistik in Saarbrücken, Quebec und Berlin. Wissenschaftliche Mitarbeiterin am Fachbereich Germanistik der Freien Universität Berlin.
Giancarlo Riccio
Giancarlo Riccio

Giornalista professionista dal 1985, scrive su «La Lettura del Corriere della Sera» e sul «Corriere dell’Alto Adige» e «Corriere del Trentino», dorsi locali della stessa testata. In passato, ha lavorato a «la Repubblica», «Il Messaggero», «Sette-Corriere della Sera» e collaborato con «l’Espresso», «Il Fatto Quotidiano» e «RAI Radio3».

Insegna Storia del giornalismo a Berlino. Vive tra Merano e la capitale tedesca.

Antonio Umberto Riccò
Antonio Umberto Riccò

nato a Milano nel 1954, vive attualmente in Germania.
Ha lavorato come insegnante, direttore didattico e dirigente scolastico in Italia (Trentino-Alto Adige), ma soprattutto all’estero. Per molti anni si è occupato prevalentemente d’integrazione scolastica e sociale dei figli degli emigrati italiani.

Alex M. J. Riemersma
Alex M. J. Riemersma
Dozent für Friesisch und Didaktik an der Noordelijke Hogeschool Leeuwarden/Ljouwert und Beauftragter für Friesische Sprach- und Kulturpolitik in der Provinz Friesland/Fryslan, Niederlande.
Theodor Rifesser
Theodor Rifesser
Studium der Philosophie/Theologie in Brixen und Innsbruck und der Pädagogik/Psychologie in Padua; Unterrichtstätigkeit, Schulpsychologe, Leiter des Sozialzentrums Bozen-Umgebung; seit 1989 Direktor des Institut Pedagogich Ladin, Bozen. Verschiedene Beiträge über das ladinische Schulsystem, Planung und Durchführung von Schulversuchen und Untersuchungen zur Sprachentwicklung und -kompetenz.
Horacio Riquelme
Horacio Riquelme
Alina Rizzi
Alina Rizzi
giornalista e scrittrice, ha pubblicato il primo romanzo Amare Leon nel 1998; nel 2000 ha pubblicato la raccolta di racconti Ritratti, nel 2001 il romanzo Donne di cuori e la silloge poetica rossofuoco. Di recente pubblicazione il romanzo Passione sospesa e la raccolta poetica Il frutto sillabato.
Francesco Roat
Francesco Roat
nato a Trento nel 1950, è insegnante di materie letterarie nella Scuola Secondaria e svolge attività di consulente editoriale.Dopo aver iniziato a scrivere su due giornali della propria regione è passato quindi a collaborare con testate nazionali: Avvenimenti, Carta, Caffè Europa, Cafè letterario di Alice, Che libri, Diario, il manifesto, Il Mucchio selvaggio, Il Nuovo, Inchiostro, Leggere, Liberazione, Liberal, L’Immaginazione, L’Indice, Linea d’ombra, L’Unità, Nautilus, Pickwick, Pulp, Stilos, Web Magazin, Wuz.Ha pubblicato: Tra-guardo, racconti (Argo), Una donna sbagliata, romanzo (Avagliano), Amor ch’a nullo amato, romanzo (Manni), Tre storie belle, romanzo (Travenbooks), L’ape di luglio che scotta – Anna Maria Farabbi poeta, saggio (Lietocolle)
Paola Romagnoli
Paola Romagnoli
nata a Milano, è giornalista professionista. Scrive di arte, cultura, libri e viaggi per diversi periodici femminili.
Carlo Romeo
Carlo Romeo

insegna presso il liceo classico di Bolzano. È autore di ricerche di storia regionale moderna e contemporanea. I suoi campi di ricerca sono le lotte nazionali nel Tirolo storico, la politica fascista, le Opzioni, la Seconda guerra mondiale e la Resistenza, l’autonomia altoatesina, gli aspetti culturali e identitari dei gruppi linguistici in Alto Adige/Südtirol.

Maurizio Rosanelli
Maurizio Rosanelli
Studium an den Universitäten Trient, Venedig und Berlin, wo er promoviert. 1988-1990 Mitarbeiter von Tandem Berlin e. V.
Andrea Rossi
Andrea Rossi

nato a Cremona nel 1956, vive a Merano dal 1964; dopo gli studi classici in città e quelli filosofici a Bologna, insegna materie letterarie e successivamente italiano L2 nelle scuole medie e superiori dell’Alto Adige. Da sempre attivo in ambito culturale, dal 1998 è dipendente e quindi responsabile della sede di Merano di Fondazione UPAD e, dal 2006, socio fondatore della cooperativa di servizi culturali Mairania 857.
Piccoli esordi letterari in gioventù. Quindi, più seriamente e continuativamente dall’anno 1997, pubblica una serie di racconti in diverse antologie per la casa editrice torinese CSL e per la TravenBooks di Bolzano. Con Alpha Beta, nel 2008, ha già pubblicato Sinigo, romanzo che è stato messo in scena per la stagione di quell’anno dal Teatro Stabile di Bolzano per la regia di Antonio Caldonazzi e la voce di Andrea Castelli. Un altro suo testo, La bottiglia di Amos Casarsa è stato portato in scena nel 2012 da Teatro PratiKo per la regia di Alessio Cogoj e la voce di Nazario Zambaldi.

Stefano Rossi
Stefano Rossi

nato nel 1979 a Bergamo, si è laureato in giurisprudenza nel 2003, presso l´Università degli Studi di Milano, con una tesi in Diritto Costituzionale. Ha conseguito il diploma di specializzazione presso la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali della Facoltà di Giurisprudenza dell´Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
Svolge attività di docenza presso la cattedra di diritto costituzionale della Facoltà di Giurisprudenza dell´Università degli Studi di Bergamo, curando le attività di tutorato in aula e in modalità e-learning.
Esercita la professione di avvocato.

Martina Rost-Roth
Martina Rost-Roth
wissenschaftliche Mitarbeiterin für Linguistik an der Freien Universität Berlin. Ihre Arbeitsschwerpunkte liegen im Bereich des Zweitspracherwerbs, der Interaktionsanalyse und der interkulturellen Kommunikation.
Franco Rotelli
Franco Rotelli

Franco Rotelli ha attraversato in prima fila il lavoro collettivo a Trieste nella Psichiatria e nella Sanità Pubblica. Approdato a Trieste al seguito di Franco Basaglia ne assume il posto come direttore della psichiatria triestina nel 1980 quando Basaglia lascia la città. Eserciterà fino agli anni '90. A lui succederà Peppe Dell'Acqua.
Negli anni 2000 assume la direzione di varie Aziende sanitarie, diventa consulente per la Regione Friuli Venezia Giulia e nel 2013 Presidenza della Commissione Sanità nel Consiglio Regionale del Friuli Venezia-Giulia.

Pier Aldo Rovatti
Pier Aldo Rovatti

(Modena, 1942) ha insegnato Filosofia contemporanea e Filosofia teoretica a Trieste dopo essersi formato a Milano con Enzo Paci. Dirige dal 1974 la rivista di filosofia “aut aut”, internazionalmente nota e apprezzata. Collabora con “la Repubblica” ed è editorialista de “Il Piccolo”.

Nella sua vasta produzione di volumi e saggi ha approfondito soprattutto la questione della soggettività nel pensiero contemporaneo con un taglio marcatamente critico e con un preciso riferimento alle dinamiche di potere.

Si è inoltre occupato in modo continuativo dei rapporti tra filosofia e psichiatria e dell’esperienza di Franco Basaglia.

Pieraldo Rovatti
Pieraldo Rovatti
Michele Ruele
Michele Ruele

nato a Rovereto nel 1964 e vive a Trento, dove insegna lettere al liceo classico.
Tra le sue pubblicazioni Storie di frate Amodeo, Fara, Rimini, 2001 (racconti); Sogni d’emergenza, Fara, Rimini, 2002 (romanzo); Depero, ViaDellaTerra, Rovereto, 2004 (racconto biografico); La macchina ideale, UntitlEd editori, 2006 (romanzo).
Ha vinto il Premio Teramo per la narrativa nel 2004.